Federico Longo agli associati della Sezione di Empoli: “Per fortuna gli arbitri sbagliano”.

Federico Longo agli associati della Sezione di Empoli: “Per fortuna gli arbitri sbagliano”.

“L’errore è una fortuna per gli arbitri”. Queste sono le parole che Federico Longo, Assistente arbitrale del Comitato Arbitri Nazionale, ha rivolto a tutti gli associati della Sezione di Empoli Lunedì 8 Aprile 2024.
Se in prima analisi uno sbaglio ci mette davanti a credenze come il non essere capaci, il sentirsi inferiori agli altri o al buttarsi giù, l’errore dovrebbe essere proprio la spinta e la forza per accettarlo, per farlo diventare una risorsa importante e per arrivare alla vera formazione e al cambiamento.
Lavorare su di sé è proprio la chiave di volta per un arbitro che vuole raggiungere obiettivi non solo nel suo percorso, ma anche nella vita.
“Se sbagliate non avete finito, c’è il polo. E dietro ad esso c’è il confronto, un gruppo, la possibilità di sfogarsi e di conseguenza di crescere”. Con queste parole Longo sottolinea l’importanza di ciò che c’è dietro e dentro ad un percorso.
Da soli si fa una parte di tragitto: la vera crescita si ha quando si fa parte di un gruppo di persone, quando parliamo con gli altri delle difficoltà e dei successi, quando condividiamo esperienze e vissuti per lasciare un qualcosa e al tempo stesso prenderlo da chi ci ascolta e supporta ogni giorno.
Il confronto costruttivo, la relazione empatica e soprattutto l’ascolto sono la chiave di volta per instaurare un percorso di crescita importante.
La volontà è qualcosa di forte quando una persona vuole in tutti i modi rimediare ad uno sbaglio, trovando la strategia giusta, la soluzione migliore, la scelta ottimale.
Ci vuole perseveranza, tanto impegno, molta costanza. Ma tutto questo porterà sempre al raggiungimento di obiettivi e traguardi.
Credere in tutto questo e nella forza dell’errore è qualcosa di estremamente difficile, ma al tempo stesso fondamentale per un percorso fecondo e duraturo.
“Un errore non è la fine”, forse un percorso, un susseguirsi di esperienze dietro alle quali si rivela che ci siano stati e che forse ci saranno degli sbagli, ma sono proprio questi che hanno reso tutto degno di essere vissuto, ricordato e raccontato.
Essere riconoscenti all’errore e usarlo per migliorarsi è l’augurio che Federico Longo ha lasciato a tutti gli associati presenti facendo loro un grande in bocca a lupo per il loro percorso e il loro futuro, non solo da arbitri, assistenti o osservatori, ma da persone parte di un gruppo: la Sezione.

Related Images:

Ancora nessun commento, Lascialo tu per primo!

<