L’arbitro in 4 parole. La visita del CRA Tiziano Reni L’arbitro in 4 parole. La visita del CRA Tiziano Reni L’arbitro in 4 parole. La visita del CRA Tiziano Reni L’arbitro in 4 parole. La visita del CRA Tiziano Reni

L’arbitro in 4 parole. La visita del CRA Tiziano Reni

L

unedì 29 Novembre si è tenuta la quinta Riunione Tecnica Obbligatoria della stagione ed ospite d’eccezione è stata la Commissione Regionale Arbitri Toscana, nelle vesti del neo Presidente Tiziano Reni e dei componenti Rebecca Martini, Andrea Berti, Mirko Mangialardi.

A introdurre la Commissione e a fare gli onori di casa, ci ha pensato il Presidente di Sezione Claudio Viti, che prima di passare la parola ai graditi ospiti ha ribadito l’importanza di certi incontri invitando soprattutto i ragazzi più giovani a cogliere queste occasioni per assorbire le varie sfumature della vita arbitrale.

I primi a prendere la parola sono stati i Componenti Rebecca, Andrea e Mirko, i quali hanno voluto trasmettere l’entusiasmo e la voglia di dare tanto ai ragazzi da parte di tutta la commissione, sottolineando quanto appunto l’entusiasmo sia un elemento essenziale per tutti noi.

Dopodiché ha esordito il presidente Tiziano Reni descrivendo la vita arbitrale in 4 parole: Difficoltà, Perseveranza, Resilienza e Sogno.
La nostra vita è fatta di ostacoli, per questo è essenziale prenderli come positività, in modo da poter affrontare e superare difficoltà di ogni genere, che esse siano legate al lavoro, allo studio, alla famiglia o, soprattutto in questo periodo, legate alla salute.
“Poi ci saranno anche le delusioni, che ci feriscono ma rendono più forti. Affrontiamo delusioni sia durante, che dopo una gara, ma siamo arbitri e, testardi, andiamo sempre avanti consapevoli che la partita successiva potrebbe essere quella buona”.

La perseveranza nel porsi sempre degli obiettivi è la seconda parola chiave su cui Tiziano ha voluto sottolineare quanto sia importante essere sempre stimolati e affamati in modo da superare i momenti difficili.
Ma ci vuole perseveranza anche nella ricerca dell’apprendimento. Il calcio va più veloce di noi e l’unico modo per stargli dietro è essere preparati sia sotto l’aspetto atletico che conoscitivo delle dinamiche di gioco: “L’arbitro è una macchina completa”.

L’aver superato un periodo traumatico come questo legato alla pandemia è sintomo di resilienza, altro elemento fondamentale che mai come oggi si è dimostrata cosi essenziale. Dobbiamo comunque essere resilienti in tutto ciò che facciamo: “Se sbagliamo non deve essere un problema perché abbiamo deciso. Dobbiamo essere persone che prendono decisioni e avere la forza di supportarle anche se errate. Sbagliate, decidete!”.

Ma soprattutto sognare, questo è l’aspetto che deve muoverci quel fuoco che abbiamo dentro, che alimenta la nostra passione e ci spinge ad andare avanti nonostante le difficoltà: “Sognare non costa niente. Se si riesce a superare una difficoltà con perseveranza e magari con resilienza, forse nel cassetto si riesce a realizzare un sogno”.

A conclusione il Presidente di Sezione Claudio Viti ha ringraziato Tiziano Reni e la sua squadra per l’intervento sostenuto, certo che abbia contribuito ad ispirare e dare nuova carica di entusiasmo a tutti i presenti.

 

Related Images:

Ancora nessun commento, Lascialo tu per primo!


Warning: Illegal string offset 'rules' in /home/customer/www/aiaempoli.it/public_html/wp-content/themes/madidus-themes/functions/filters.php on line 163
<